ON TRIAL

Intervista al bassista della psych band danese
Ciao Nik! Prima di cominciare l’intervista permettimi di dire una cosa sul vs ultimo lavoro..è davvero grande! Uno dei migliori usciti durante l’anno corrente.
Grazie -fa sempre piacere sentirselo dire-
Siete rimasti soddisfatti dalla lavorazione al cd e dai suoi risultati finali?
Si e no. A noi piace ora (la maggior parte di noi,la maggior parte di esso,almeno), ma registrarlo è stato un vero casino. E’ stata un’ ottima cosa avere un sacco di tempo per lavorarci su (più che altro,molto più tempo di quanto non ne abbiamo mai avuto prima). Inoltre è stato un bene avere anche l’opportunità di avere più overdubs di quanti ne volessimo realmente,ma siamo in 5 nella band,e due di noi hanno preso parte alla produzione e alla parte tecnica,così c’è stato un notevole scambio di liti,urla e fughe dallo studio in preda a rabbia e silenzi raggelanti quando si trattava di prendere della decisioni su cose importanti ma anche su delle semplici stronzate.Essenzialmente è il loro disco,sebbene non credo che loro la pensino così.
Una parte della band ancora pensa che “Slippin and Slidin'” e “Kolos”avrebbero dovuto avere molto più parti dilatate,mentre i produttori avrebbero dovuto mantenere le parti parlate in “Kolos”.Inoltre la sequenza delle tracks avrebbe dovuto essere differente,anche se la cosa è saltata fuori quando ormai era troppo tardi,successivamente.Infine,il basso non è sufficentemente heavy,come sempre.

Voi arrivate dal Nord Europa (Danimarca-ndr-). La scena musicale di questa parte del nostro continente è sempre stata molto influenzata dal garage -punk e dalla heavy psych dei tardi anni ’60 e anni ’70 (intendo dire band quali Stooges,13th Floor Elevator,Love,Flaming Groovies).
Ricordo ancora l’invasione nordica della fine anni 80 (Nomads su tutti), fu davvero grande!
Voi suonate dal 1988..quanto è cambiata questa scena? Secondo te,qual è la ragione per cui questo stile musicale è così apprezzato e popolare dalle tue parti? (sfortunatamente in Italia non è cosi)

Non è cambiato molto,ma forse la scena è cresciuta in qualche modo,sia in diffusione (ci sono più piccole bands che suonano in Danimarca) che in importanza (Hellacopters,Hives,Sountrack of Our Lives sono diventati quasi famosi ovunque). Non ci sono tra l’altro così tante copie in serie di bands stile Pebbles/Nuggets..ora invece si è più orientati verso MC5,Stones,”surf and soul”. E la gente mostra molti più tatuaggi e miglior abbigliamento (anche se i mitici stivaletti a punta stile Beatles sono spariti dalla circolazione..vergogna!). Tutto è diventato più organizzato quando la cosa è cresciuta anche per quanto riguarda etichette,stampa specializzata,etc…. Bad Afro Records è un esempio..loro sono partiti come fanzine negli anni 80,ora è diventata una piccola ma produttiva etichetta discografica.Io penso che tu potresti trovare molti altri esempi come il loro,da qualche parte. Ma se vuoi sapere cosa succede in giro ti consiglio di visitare www.lowcut.dk ,una webzine in lingua inglese che tratta DK/Scandi/World Garage Rock.
Ma sono stati per lo più gli Svedesi e i Finlandesi i maggiori responsabili della diffusione della scena Garage in Scandinavia. Noi Danesi stiamo cominciando a guadagnare il tempo perduto solo ora,con molte garage band che stanno saltando fuori da tutte le parti e attivissimi dal vivo ( …e che Dio li benedica tutti!).
Quando i Nomads uscirono allo scoperto in Svezia,la Danimarca era soffocata da una spessa coltre di pessima fusion world music…
E a proposito del perché ci sono così tanti svedesi e finlandesi che suonano..lo sa solo Dio..sembra che loro siano più radicali rispetto a noi Danesi,ad ogni modo.Il mainstream ha regole piuttosto ferree in Svezia,ci sono molte tacite clausole a cui si deve dare conferma,per cui se tu sparisci,tu realmente sparisci,di conseguenza loro prendono la musica in modo serio..come un vero a proprio stile di vita. In più,loro sono come una specie di frammento degli USA che è andato perduto nella parte sbagliata dell’Atlantico,inclusa la storia riguardante la musica rock.

Quali sono le bands che hanno maggiormente influenzato il tuo background?
Fuzztones e Nomads ci hanno davvero dato la spinta iniziale,poi la ruvidità degli Stooges,la spiritualità dei 13th Floor Elevator….entrambe queste cose combinate con gli MC5,la disperata rabbia esplosiva delle compilations Pebbles/Nuggets,Love,Jefferson Airplain, lo stile di vita e gli eccessi dei Monster Magnet….un milione di altre bands…Doors, Guns&Roses,RHCP,Tim Buckley,WestCoast Pop Art Exp, Edgar Broughton…quindi,noi stessi siamo una infinità di bands.

Dimmi il nome di 5 album del passato che salveresti dalla fine del mondo.
Nel mio libro personale solo Kick out the Jams degli MC5 e Raw Power degli Stooges,che sono realmente anni luce sopra il resto.Dopodiche è una scelta impossibile…Revolver dei Beatles o Velvet Underground&Nico? Africa/Brass di John Coltrane o Bull the Woods dei 13th? Exile on Main Street degli Stones o Super Ape di Lee Perry?

Quali sono i progetti futuri della band? C’è qualche remota possibilità di vedervi finalmente in Italia?
Spero tanto di si…

C’è un tour in Gennaio che è stato pianificato da poco che ci porterà,spero,anche in Italia, e pare che andremo negli States per una settimana in Ottobre. Ma per dire la verità noi non amiamo fare progetti,prendiamo le cose così come arrivano( o capitano….o comunque…..).
Abbiamo qualche vaga intenzione di andare in Spagna,così potremmo dirigerci verso le Montagne del Marocco e costruirci un rifugio segreto una volta laggiu…ma queste idee sembrano avere poco fondamento…
La prima cosa da fare,parlando seriamente,è trovare un nuovo chitarrista,questo è davvero importante per tutto.

La maggior parte dell’attuale scena musicale è regolata dal mainstream e dal denaro…è piuttosto difficile trovare bands cha suonano con attitudine sincera ed onesta (voi, rientrate in quest’ultimo gruppo,precisiamo!). Nonostante ciò,io sono solita dire che il rock,il VERO rock non è morto,e la sua fiamma viene tenuta accesa da musicisti come te e la tua band. Qual è la tua opinione a riguardo? Consideri un privilegio fare parte dell’underground?
Hmm…allora vediamo…vero rock…noi lo prendiamo come un complimento,ma c’è qualcosa a proposito di questa “etichetta” che…non so…io non so se noi suoniamo VERO rock. La musica dei Motorhead è VERO rock,nessuno può battere Lemmy nel suo campo…MC5 vero rock? Si…loro hanno afferrato pienamente il potere di due chitarre,basso,batteria+voce e hanno stravolto il blues,ma allo stesso tempo sapevano benissimo che c’erano altri campi,altre zone,altre visioni,altri modi per esplorarlo,penso e spero sia parte di tutti noi.Forse tra di noi abbiamo i giusti elementi per farlo.
Ma,allo stesso modo,quando i Puddle of Mudd possono essere definiti “rock”,beh…allora suppongo noi siamo VERO rock…noi e Lemmy,ehehe…e probabilmente è una affermazione giusta. L’etichetta “vero rock” mette un po’ a disagio perché è stata presa in ostaggio da idioti come Puddle of Mudd,Chad Kroeger,e tutti quei fottuti,stupidi, senza senso,stereotipati coglioni che non hanno nessuna passione,nessuna fottuta idea…tutto ciò che essi hanno è una Gibson e una camicia da boscaiolo e questo a loro basta per pensare che significhi qualcosa…ma NON è COSì!!!! Riescono a trasmettere neppure l’equivalente di ciò che possono dare due Valium…
Continuano a credere incessantemente ,come un criceto che continua a girare sulla ruota,che loro sono una vera rock band…Puddle of Mudd? Un mucchio di merda…anzi di più…e già…proprio così. Riprenditi indietro il rock da quei bastardi senza cuore e spaccagli la testa con questo…Si noi,suoniamo vero rock,grazie mille…
Noi amiamo la musica assordante che non ha bisogno di nulla di speciale quando si tratta di suonare un riff,e soprattutto amiamo le vere semplici regole del libro del Rock.Il rock ha avuto un forte scossone circa 5 anni fa,e ha capito cosa si può fare e cosa non si può,e la sua parte più “sana” resterà viva,mentre la parte “meno sana” ha già lasciato il pianeta,sebbene vi siano ancora le sue finte imitazioni.Abbiamo detto “mucchi di merda” poco fa…Ci saranno sempre un casino di merda puzzolente e mucchi di stronzi che,per qualche bizzarro gioco del destino,verranno fuori in grande quantità. Ma c’è sempre anche qualcuno qui intorno che terrà in vita cio che è sano.La musica con le palle non se ne sta andando,le chitarre non se ne stanno andando,suonare e picchiare duro sono cose che non se ne stanno andando,parlare lealmente,direttamente,appasssionatamente…tutto ciò non se ne sta andando e ciò che sto dicendo può sicuramente combaciare con ciò che hai detto tu stessa. I mucchi di merda e tutte quelle bands preconfezionate da MTV se ne stanno andando,anche se probabilmente saranno sostituiti da altrettante copie plastificate!…dannazione…non so cosa farei di J-Lo e Britney!!
E se c’è una scena underground che si oppone a tutti quegli idioti,e noi siamo parte di quell’undergound,beh…allora noi ne siamo grati e molto privilegiati. E Chad Kroeger sarà messo al muro con un fucile puntato alla schiena nel momento stesso in cui questo underground verrà fuori e comincerà la rivoluzione!!!!!
Questa mi è sembrata una domanda molto bella,comunque…grazie!
(beh…sono io che ti ringrazio per ciò che hai detto…sei un grande! n-d-r )

Quali sono le tue bands preferite al momento? C’è una in particolare con cui ti piacerebbe suonare?
In realtà non c’è nessuna band importante per cui abbiamo un particolare rispetto,a parte Soundtrack of our Lives…Primal Scream,Silver Bullit e forse gli Warlocks ci possono andare parecchi vicini.
Dopodichè,ci separiamo in direzioni diverse e in modo schizofrenico.
Beh…naturalmente non si può parlare di bands preferite della scena attuale senza citare i superstoners locali Gas Giant e gli ex membri di OnTrial che stanno nei Baby Woodrose (entrambi di Copenhagen) ecco tutto.

e ora…… lascia un messaggio speciale ai “lettori” di Perkele…please!
– …che è un pochino difficile dal momento che Perkele è in italiano…comunque…ecco qui…
– Se voi acquistate,scaricate,masterizzate,registrate la nostra musica e vi piace…beh allora noi tutti stiamo per creare un piccolo angolo nel mondo in cui le cose sono un pochino più sincere, vengono dal cuore…occorre solo andare più d’accordo al contrario di ciò che accade nella maggior parte dei posti che dobbiamo attraversare e restare uniti…è sicuramente già qualcosa!!

Ps: vorrei dedicare rec e intervista alla persona che mi ha fatto conoscere questa grandissima band.

The Stoner Witch

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *