STONEWALL NOISE ORCHESTRA

Dalla Svezia una nuova interessante promessa nel campo Classic Stoner con un buon passato alle spalle dei propri componenti e un altrettanto buon avvenire come dimostrato dall’esordio Vol. 1
Partiamo da una breve introduzione della band, partendo magari dalla sua storia…
La band si è formata nel 2004, nella città industriale di Borlänge, Svezia, d è composta da ex membri di Demon Cleaner (Snicken e Jansson), Greenleaf (Jansson) e molte altre formazioni della zona. Mr. Pillow si è aggiunto alla band durante l’ultimo tour e ha fatto davvero un ottimo lavoro, mentre Jonas e Lars-Inge hanno militato in altre rock band locali per molti anni, per questo una volta formatasi la band è venuto naturale il nome “noise orchestra”.

Ognuno di voi proviene appunto da diversi progetti musicali, come avete lavorato per ottenere l’attuale sound della band?
Snikcen: diciamo che non abbiamo mai lavorato molto per creare un nostro sound, abbiamo tutti più o meno le stesse influenze: basta posizionare il volume degli amplificatori su 11 e questo è il risultato!

Quali sarebbero quindi le principali influenze che vi accomunano?
Pillow: credo che “il momento” sia stata la nostra principale influenza e ispirazione, la spontaneità dell’insieme. Tutto quello che ci viene in mente finisce poi su nastro e questo è il risultato finale.
Snicken: la libertà di sapere che possiamo fare esattamente quello che più ci pare!
Jansson: trovarsi assieme condividendo le stesse influenze musicali con le quali tutti noi siamo cresciuti, questa è una bellissima cosa!

Come si è sviluppato il processo di stesura e di registrazione dei nuovi brani?
Pillow: Dannatamente spontaneo! Ci siamo trovati per suonare alcune idee che avevamo in mente e ogni volta registravamo il risultato. Abbiamo registrato il disco da soli in uno studio di un amico e molte delle canzoni sono state composte proprio in quella sede.
Snicken: questo può essere un aspetto sia positivo che negativo, non si ha mai il tempo di pensare e di pianificare la struttura dei brani, ma quello che più conta, ed è l’aspetto positivo, è poter ottenere brani spontanei e il più naturali possibili, non ragionati a tavolino.

La scena scandinava è sempre stata molto popolare per quell che riguarda il movimento Stoner Rock, quali sono secondo voi le realtà più interessanti al momento?
Snicken: tante band e tanti amici! Molte sono davvero brave dal vivo ma non sanno rendere ugualmente in studio e viceversa… ci sono band valide in ogni settore, non ti saprei dire nello specifico un nome su un altro!

Come vedete l’evoluzione e l’attuale manifestazione dell’intera scena mondiale di questo genere musicale?
Pillow: molte band credo stiano trovando la propria identità e personalità all’interno del genere. C’è continuo cambiamento e questo credo sia positivo, anche se alla fine è sempre e solo l’amore per tutto ciò che è heavy e carico di groove!
Jansson: una delle cose migliori di questa musica è che si possono mantenere le coordinate classiche del settore ma al tempo stesso sperimentare molto con la libertà di improvvisare
Snicken: credo che sia ridicolo costruire delle regole per un sound di questo genere. È soltanto musica, che possa piacere o meno!

Recentemente siete stati in tour in Europa, come sono andati I concerti e quale è stata la reazione del pubblico?
Snicken: è stato grandioso poter portare questa nuova band sulla strada! La risposta è stata anche migliore di quanto ci aspettassimo, e questa è stata davvero una soddisfazione e un piacere per noi.
Pillow: siamo principalmente una live band, la nostra musica è stata concepita per essere suonata dal vivo e l’energia che si può cogliere durante uno show dal vivo non è per nulla paragonabile all’ascolto del disco in casa propria.

Sarete in tour anche nei prossimi mesi? Avete per caso in programma di passare anche dall’Italia?
Snicken: saremo impegnati in alcune date in Europa tra novembre e gennaio, in compagnia dei Mother Misery e dei Duster 69, non vediamo l’ora che ciò accada.
Jansson: al momento non sono previste date in Italia, ma ci piacerebbe molto poter venire lì a suonare. Ironicamente ci piacerebbe poter fare un tour “mediterraneo” durante il quale sia possibile divertirsi e bere drink esotici durante il giorno sotto il sole e suonare la sera!

Siete già per caso al lavoro su del nuovo materiale? In caso, come sound cosa ci possiamo aspettare?
Pillow: al momento è tutto nella nostra testa, ma ognuno di noi ha ottime idee in testa. Ci troveremo un giorno per confrontarci e dare libero sfogo a queste idee dalle quali nasceranno i nuovi brani.
Jansson: è ancora difficile a questo stadio come potrà suonare il nuovo materiale.

Quali sono per voi i più importanti dischi nella storia di questa musica?
Pillow: Black Sabbath “Master of Reality”!
Snicken: Kyuss “Blues for the red sun”, i primi Black Sabbath e tutte le riff rock band degli anni ‘70

Ditemi il nome di una band con la quale vorreste suonare dal vivo…
Pillow: Monster Magnet, 100% pure and true rock!
Snicken: mi piacerebbe poter tornare indietro nel tempo e suonare con tutte le grandi band dei primi anni ’70, partendo ovviamente dai Black Sabbath! Poi una volta diventato più maturo non mi dispiacerebbe fare un tour con Mark Lanegan, sarebbe proprio una bella vita!

Ok ragazzi, è tutto e grazie per la disponibilità!
Forza Juve!!
Take good care everyone and hopefully we’ll come to Italy some day!

Witchfinder

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *