Domkraft

Domkraft

I Domkraft si preparano ad assaltare le orecchie degli ascoltatori con Seeds, il loro terzo album dopo il debutto The End of Electricity del 2016 e il successivo Flood del 2018.

I “doom-sludge monsters” svedesi anticipano l’arrivo del disco, in uscita il 30 aprile 2021 via Magnetic Eye Records, con il singolo Seeds, brano omonimo che fornisce un lauto antipasto del lavoro: sette tracce di ipnotico e apocalittico stoner doom psichedelico.

“Ogni nuovo inizio deve partire da un luogo, solitamente abbandonando quello vecchio – spiega il chitarrista Martin Widholm –. È una nozione che può apparire sentimentale e potente allo stesso tempo, e volevamo che Seeds si aprisse in questo modo. Mantenere il contatto con il passato, ma comunque dirigersi chiaramente verso un nuovo terreno”.

La copertina di Seeds dei Domkraft

“Siamo tutti grandi fan di Neil Young – aggiunge Widholm – e le parti più lente di chitarra sono pesantemente influenzate dai dischi dei Crazy Horse, Weld e Ragged Glory in particolare. E c’è anche questo decollo alla Gilmour alla fine del brano, perché stavolta abbiamo voluto rendere la musica leggermente più tridimensionale. Il martellante riff principale, d’altra parte, è abbastanza tipico dei Domkraft: poche note ripetute con un beat di batteria frontale. È come cercare di spingersi in avanti attraversando un campo di fango durante una tempesta di sabbia, e poi, possibilmente, riuscire a passare dall’altra parte”.

I Domkraft prentano Seeds

Widholm, Martin Wegeland (basso e voce) e Anders Dahlgren (batteria) hanno registrato Seeds in preda diretta al Welfare Sounds Studio, una vecchia casa in legno alla periferia di Göteborg. La produzione è di Kalle Lilja (il chitarrista dei Långfinger) e Per Stålberg.

Il missaggio è stato affidato a Karl Daniel Lidén, batterista di Dozer, Demon Cleaner e Greenleaf già al lavoro come produttore per Katatonia, Breach e Lowrider.

La tracklist di Seeds:

  1. Seeds
  2. Perpetuator
  3. Into Orbit
  4. Dawn of Man
  5. Tremors
  6. Krank Blekhet
  7. Audiodome

Il lavoro sarà disponibile dal 30 aprile su tutte le piattaforme della band.