ABYSMAL GRIEF – We Lead the Procession

“We Lead the Procession” non è un nuovo album degli Abysmal Grief, ma una raccolta dove il gruppo ha scelto di inserire rehearsal, demo version, cover (rispettivamente di Bathory e Death SS) e qualche inedito registrati nel corso della carriera (viene qui preso in esame il periodo che va dal 1998 al 2008). Un album dedicato ed indicato a chi non possiede tutto dei nostri, specie le loro prime uscite ormai esaurite e fuori stampa. Tra le cose più interessanti ci sono le versioni inedite delle iniziali “Open Sepulchre” e “Fear of Profanation”, che piacciono nel loro suono sporco e terroso e mostrano come già fin dai primissimi tempi gli Abysmal Grief si proponessero come i degni eredi della scuola occult horror doom italiana. L’ossianica “Procession” è un riuscito inserimento dei nostri nel campo occult ambient (“The Shroud” che apparirà nel 2006 sul mini LP “Mors Eleison” ne ricalca lo stile e lo spirito). La già citata “Mors Eleison” è qui presente in un’azzeccata versione grazie ad un maggior utilizzo dell’organo e delle tastiere.
Un CD antologico di tutti i brani che il gruppo ha disseminato negli anni nei vari EP pubblicati sarebbe stato molto più stimolante di questo “We Lead the Procession”. Non siamo certo gli unici, anzi, siamo in molti ad attendere da tempo che la cosa si realizzi. Per adesso questo album (edito dalla danese Terror From Hell Records in versione CD limitato a 500 copie) susciterà comunque l’interesse dei fanatici del gruppo.

Marco Cavallini