ADMIRAL SIR CLOUDESLEY SHOVELL – Don’t Hear it… Fear it!

Power trio, la grande tradizione continua. La storia del rock pesante negli anni ha scritto pagine indelebili grazie a famigerati terzetti, basti pensare a Cream, Jimi Hendrix Experience, Blue Cheer, Dust, Budgie, Rush, Trapeze, ZZ Top, Motorhead, Cactus, Grand Funk Railroad e tanti altri. Vanno dunque annoverati nell’esclusivo circolo dei celeberrimi e rumorosi terzetti gli Admiral Sir Cloudesley Shovell, capitanati da Johnny Redfrem, già leader di un altro trio britannico, gli stoner’n’rollers Gorilla. La band è l’incarnazione di quanto meglio i primi 70’s ci hanno offerto, ossia riff tritatutto sostenuti da una sezione ritmica quantomeno indiavolata. Nel 2011 ci hanno offerto l’antipasto con l’EP “Return to Zero”, ed ora sono pronti con il full-length “Don’t Hear it… Fear it!”.L’album è un caterpillar sonoro: riff dopo riff, cazzotto dopo cazzotto si finisce KO, in un’esaltante cavalcata che parte dall’iniziale “Mark of the Beast” sino alla conclusiva “Killer Kane” (e oltre con la hidden track “Beanstew”, cover dei Buffalo). Il disco non concede riposi, privo com’è di fronzoli: heavy is the law! Se cercate l’attimo poetico in questo lavoro, dimenticatelo: non dovreste neanche doverlo pensare. Escluso qualche accenno psichedelico, gli Admiral sono ostinatamente ruvidi ed incollati al roots rock che si inchina dinanzi alla maestà di “Vincebus Eruptum”, e che dimostra come i Black Sabbath possano stregare l’ascoltatore fino all’impeto capace di rimandare a Sir Lord Baltimore, MC5 e persino Motorhead.
Un ottimo disco “Don’t Hear it… Fear it!”, che dopo aver avuto l’effetto di una violenza carnale inflitta da una lunga jam, non ti farà correre a denunciare l’accaduto, bensì a cercare un altro stupratore! Chiudiamo con una curiosità: Cloudesley Shovell fu un ammiraglio vissuto tra la seconda metà del 17° secolo e l’inizio del successivo, divenendo un eroe popolare inglese in seguito al disastroso naufragio sulle Isole Scilly!!!

Antonio Fazio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *