AFFRAIN – Demo 2001 – Demo 2002

Sono inglesi e si sono formati nel 2001. Gli Affrain cercano da subito di mettersi in mostra con una demo di tre pezzi che gira molto tra appassionati e addetti ai lavori. Quanto proposto è un accattivante mix di metal, stoner e hard rock, caratterizzato dai riff titanici di Dan e da una voce al vetriolo (in questo senso l’operato di Del risente molto dell’influenza di Phil Anselmo). Completa la formazione la bella Charlie al basso mentre le parti di batteria sono sostituite da una drum machine che penalizza abbastanza i brani.Le capacità infatti ci sono, ma vengono inficiate da un suono orribile, figlio di una registrazione di livello davvero scadente. E’ un peccato perché sul primo dischetto le intuizioni si sprecano: “Mainline” trasuda un feeling metal cupo e agghiacciante, “Fate” rallenta i tempi virando su oscuri lidi doom e “Judas” prosegue il discorso unendo il metal al dark.
La qualità dei suoni non migliora con il lavoro successivo, un promo di due brani datato 2003. E questo aspetto dispiace ancora di più se si ascoltano con attenzione le composizioni. “4000 feet and falling” ha un giro di chitarra assassino e una intelligente alternanza di vocals pulite e urlate. Un esplosivo gorgo dove si incrociano Pantera e Corrosion Of Conformity. “Solace electra” invece comprime i tempi dando maggiore spazio all’impatto melodico. Esperimento perfettamente riuscito. Attendiamo gli Affrain alla prossima uscita, nella speranza di una registrazione migliore. Già il fatto che sia entrato in line up un batterista in carne ed ossa (Lewis) lo prendiamo come un buon segno.

Alessandro Zoppo