AWESOME MACHINE, THE – Under the influence

Questa è una delle più longeve band scandinave con all’attivo già una discreta discografia e l’album in questione è stato licenziato dalla People Like You nel 2002: la band ha già pronto il nuovo album che sarà presto recensito, ma ora voglio parlare di questo ottimo lavoro.
Aperto dalla potente “Tomorrow”, puro Awesome sound al quale la band ci aveva abituato, l’album è molto vario ed ottimamente prodotto dalla band stessa: chitarre incisive, sezione ritmica possente e le grezze vocals di Lasse sono gli elementi perfetti che guidano l’album attraverso pesanti riff, melodie stranianti e sottili veli di psichedelia. Il pezzo di apertura è uno degli episodi più incalzanti del CD, anche se in quest’ottica se vanno sottolineati pezzi come “Kick”, “Desire” (che qualcuno avrà già sentito nella compilation The Desert Rock Avengers)) o “Black dove”, che mostrano la parte più dura della band. La cosa che ho trovato sorprendente sono alcune tracce in cui la voce si fa più melodica e carica di feeling (“Mother gone” e “Still got no share”) dove Lasse si impegna a dimostrare che non solo uno ‘screamer’ ma anche un buon cantante.

Vorrei menzionare in particolare la lunga e perfetta “Emotion water”, un pezzo che mi piace particolarmente per il suo inizio evocativo e il suo ottimo sviluppo attraverso melodie azzeccate e pesantezza misurata.

Un ottimo album che conferma The Awesome Machine tra le band degne di rispetto e considerazione, con un piede nello stoner più roccioso e uno nel metal più sperimentale: ora non ci aspetta che aspettare il nuovo album The Soul Of A Thousand Years che sarà presto nei negozi.

Un’ultima segnalazione: il Cd contiene anche la traccia multimediale del video di Kick, che potete ugualmente scaricare dalla tracklist riportata a lato.

Bokal