DEAD DOGS, THE – Man or foreman

Avevamo recensito i napoletani The Dead Dogs già qualche tempo fa in occasione di una demo del 2005. Oggi i quattro ritornano con un nuovo promo che fa davvero scintille. Se in occasione della prima uscita rimproveravamo loro una certa indecisione su quale strada sonora intraprendere (southern sludge o crossover?), ora siamo felici di essere stati soddisfatti. I nuovi brani pigiano infatti sul versante targato Down/Crowbar/Black Label Society e lo fanno con potenza, efficacia e soprattutto buone capacità di scrittura.Alex (chitarra), Gigi (voce), Filo (basso) e Dario (batteria) pestano come dannati e fanno di Napoli una New Orleans tutta italiana. “Man or foreman” e “So many ways” sono due inni, dichiarazioni d’intenti di un modo di fare rock’n’roll autentico e senza compromessi. “Southern soul” è una bomba in stile Corrosion Of Conformity, con le chitarre e le ritmiche ad accompagnare il growl e le clean vocals di Gigi. “Only broken music” sta perfettamente a cavallo tra metal e hardcore (senza contare un handclapping super contagioso), “Chill out” porta in dote tonnellate di groove ed è la canzone perfetta per scuotere il vostro capoccione.
Il messaggio è chiaro: fuori i deboli di cuore, qui c’è rabbia, potenza, sudiciume. Only broken music!

Alessandro Zoppo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *