EL SCIENTISTO – Moonsick

Dietro il nome El Scientisto si cela la figura di Shawn Michael Ross, song writer di Boston che attraverso questo one man project si diverte da due anni a questa parte a improvvisare jam lisergiche che uniscono diversi stili come il kraut rock, la psichedelia, l’ambient, lo space rock e l’elettronica. Ross non ha alcuna pretesa, crea musica per diletto personale ed è proprio questo lo spirito con cui va vissuto “Moonsick”: luci spente, fumo acre e tanta voglia di espandere la percezione della mente verso nuovi, eccitanti lidi sonori.
Un certo feeling minimalista che pervade le tre composizioni qui presenti è controbilanciato da un’ampia dose di follia creativa che rende l’ascolto frizzante e mai noioso. L’iniziale “Space rake” parte con un trip intergalattico quasi sussurrato, come a non voler svegliare da un infinito sogno cosmico, per poi rinvigorirsi nella seconda fase con riff trance che richiamano alla mente gli Ozric Tentacles. “Trapezium” è il secondo tassello del mosaico, una trama onirica sospesa nel nulla, sorretta solo una chitarra dilatata che in un lungo assolo stravolto si accompagna a loop disturbanti. Chiude il cd “Miles”, vero e proprio mantra psichedelico che si infila subdolo nel cervello con le sue ritmiche ipnotiche e le sue lancinanti dissonanze che sembrano non avere mai fine.

La realizzazione molto artigianale di questo “Moonsick” non tragga dunque in inganno: Shawn Michael Ross è un talento visionario, anche se solo per passione e divertimento la sua musica è capace di trascinare fuori dalle ovvietà quotidiane e lanciarci in orbita nel bel mezzo di una eclissi lunare…

Alessandro Zoppo