ELECTRIC MAGMA – Coconut bangers ball

Circa un’anno e mezzo fa parlavo su queste pagine del terzo disco dei canadesi Electric Magma, una formazione instro-sludge-fuzz davvero fuori da ogni schema e autrice allora di un disco quale “Snail the wah” in cui la sperimentazione e l’improvvisazione tenevano il ruolo di grandi protagoniste in un insieme quanto mai originale e particolare. Oggi il trio canadese torna sulle scene con il quarto disco, “Coconut bangers ball” un nuovo viaggio sonoro che parte dal fuzz rock di fine anni Settanta per ricollegarsi ad un sound e uno stile oramai ben riconducibili alla musica degli Electric Magma.Rispetto al recente passato, la band ha in parte smussato i propri estremismi dando alla propria musica una forma più canonica e inquadrata, facendo un uso più incisivo e presente di parti cantate, ma non per questo perdendo il proprio groove micidiale e la propria vena improvvisativa.
Registrato sotto la guida di Rob Sanzo interamente in analogico, “Coconut bangers ball” esalta enormemente tutte le caratteristiche proprie del sound vibrante e caldo della band, sicuramente ben più in evidenza nelle song strumentali e dal carattere jammatico, come in “Beer can chicken jam” e in episodi simili in cui la musica degli Electric Magma procede a briglia sciolta, senza limiti e senza confini, verso una pura esaltazione ed estasi sonora. Senza nulla togliere alle parti di cantato del nuovo arrivato Paolo Rizzo (Puddy/Red Elite), ospite in questo lavoro, è negli episodi di sludge strumentale che gli Electric Magma raggiungono l’apice della propria musica. In generale un disco più variegato del precedente, dai diversi risvolti, tutti quanti sopra la media e in grado di spingere l’ascoltatore ad immergersi anima e corpo nelle vibrazioni pulsanti emanate da questi musicisti.
Peccato solo per l’eccessivamente breve durata del disco, praticamente la metà rispetto al suo predecessore; fortunatamente la qualità resta del tutto invariata e ne esce per nulla alterata anche in soli 30 minuti e poco più.

Marco Negonda