GENGHIS TRON – Clock of Love

Progetto alquanto estremo e pazzoide questi Genghis Tron, nuovo prodotto del catalogo Crucial Blast. Nei cinque pezzi che compongono il loro Ep d’esordio troverete quanto di più bizzarro vi sia capitato di sentire: le note promozionali parlano di strani incroci tra il metal estremo dei Painkiller e il synth-pop degli Erasure, o dei Brutal Truth in compagnia di Africa Bambaata o Depeche Mode… Effettivamente è proprio questo il contenuto del CD: metal estremo con voce urlata/straziata, chitarre ultra-metallose e basi di drum-machine impazzita che sfociano all’improvviso in rilassate atmosfere synth-pop come nei primi tre pezzi; ascoltando il primo minuto di Laser Bitch sembra proprio che il pezzo sia uscito da qualche band eighties e se nessuno ve lo facesse notare pensereste davvero di essre al cospetto di un vecchio brano dei Depeche Mode, con l’unica particolarità che poi esplode tutta la rabbia dei Nostri. Rabbia che si impossessa pure del ultimo capitolo del loro breve lavoro, dove drum-machine e synth sembrano veramente in preda all’anarchia più assoluta.Un altro capitolo alquanto “disturbato” da parte della sempre più estrema Crucial Blast, forse difficile da affrontare ma sicuramente curioso, sicuramente in giudicabile!

Bokal

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *