GOOD THE BAD, THE – From 001 To 017

Allora, è il 15 agosto e siete imbottigliati in autostrada con 30/35 gradi e un sole che scotta. Oltre l’aria condizionata quale rimedio? I The Good The Bad, ovvio! New school surf & flamenco si definiscono, ma qui c’è della pazzia allo stato brado. Composti da Manoj Ramdas al basso (The Ravonettes, SPEkTR), The Adam alla chitarra (The Setting Son, The Aim) e Johan Lei Gellett alla batteria (Henrik Hall, Kira and the Kindred Spirits), il gruppo esordisce nel 2007 con questo “From 001 To 017”, mezz’ora sana e spensierata di garage surf psichedelico. Non c’è da meravigliarsi visti i precedenti dei tre. E visto il luogo di provenienza, Copenhagen…Mood dannatamente sixties, brani brevi e compatti, in prevalenza strumentali, se si esclude qualche linea vocale sulla nona traccia. Canzoni che non hanno nomi, solo numeri, come in una jam spensierata su una spiaggia d’estate. È questa l’essenza di The Good The Bad, tenere alto uno spirito energetico, dilatato, frizzante e vitale. Il disco si assapora tutto d’un fiato, bello fresco e senza tanti fronzoli. Inutile citare un episodio piuttosto che un altro, sappiate solo che vi capiterà di assaggiare pura surf music, garage irriverente, bollenti passaggi di organo, atmosfere latine e influssi western che paiono presi di sana pianta da uno score di Ennio Morricone.
Strano che questo album non sia uscito su Bad Afro perché la cosa non ci avrebbe sorpreso.

Alessandro Zoppo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *