JUPITER JEFFERSON – West

I Jupiter Jefferson sono un duo proveniente da Buffalo. Il progetto è animato da Aaron Armstrong (voce, chitarra, moog, organo) e Michael Farry (batteria, percussioni), due appassionati del sound psichedelico in tutte le sue forme. “West” è il loro primo lavoro e rispecchia la voglia del gruppo di ampliare/destrutturare forme e modi dell’acid rock. Guardano alla grande tradizione degli anni ’60 e ’70 i Jupiter Jefferson, con l’intenzione di osare e un occhio costante rivolto alle evoluzioni sonore degli ultimi venti anni (da una parte l’ondata neo psichedelica di Loop, Chrome e Spacemen 3, dall’altra il nuovo movimento psych trainato da folletti lisergici come Dead Meadow, Black Angels e Dark Fog).I sei brani che compongono l’album sono un ottimo biglietto da visita, considerando soprattutto che stiamo parlando di un esordio assoluto. I riff scarni e coinvolgenti di “Sunshine” e “Ice house” poggiano su melodie languide e atmosfere sognanti, ci introducono in una dimensione melliflua dove il corpo perde peso e vola alto nel cielo. “Never” e “Afterglow” sono lunghe fughe psichedeliche verso un altrove ignoto, dei morbidi affreschi che con la loro forza ammaliante producono un incredibile stato di trance. La title track e “Zero” puntano invece sul versante acustico, rimandando spesso e volentieri al cantautorato di Nick Drake, Tim Buckley e Neil Young.
“West” è scaricabile gratuitamente dal sito della band, altro motivo per non farsi scappare questa piccola, sorprendente rivelazione. Jupiter Jefferson, music from the left side of the garage.

Alessandro Zoppo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *