LOS FUOCOS – Revolution

“Revolution” è il disco d’esordio dei giovanissimi Los Fuocos, nuovo lancio di casa Go Down Records. Immaginate un furioso, melodico e accattivante concentrato di scan rock (The Flaming Sideburn, The Hellacopters, Gluecifer, tanto per intenderci), cali punk, garage e hard tradizionale (The Stooges, MC5, Motorhead). Il risultato sono i 40 minuti che compongono questo dischetto fresco, genuino e soprattutto ben suonato. Perché il trio di Lodi scrive canzoni che scorrono lisce come l’olio, ruvide e al tempo stesso solari, inni da strada ma anche spensierate esperienze sonore da party alcolico.Pado (voce, chitarra), Mike (batteria) e Den (basso) sanno essere incisivi e potenti, quello dei Los Fuocos è infatti un rock’n’roll che non sorprende certo per originalità, brilla piuttosto per impatto e franchezza. Si passa da razzi veloci e taglienti (“Suzanne”, la bellissima title track, “Honey”, “Sometime’s Better Lose the Fight”) a melodie ammalianti che non dimenticano mai rabbia e sporcizia sonora (“Great Raid Dreaming”, “Rely On Me”). “Danny the Mind” è impreziosita dal sinuoso hammond di Alessandro Bellomo, mentre sul finale troviamo una frizzante rilettura beatlesiana di “Day Tripper”. La chiusura è affidata a “The Rock Empire”, colosso di puro rock’n’roll che vede ospite alla voce Lu Silver degli Small Jackets.
È dunque una appassionante avventura “Revolution”. Grazie alla Go Down che ci regala l’ennesima, valida band italiana da seguire con attenzione.

Alessandro Zoppo