MONKEY3 – Monkey3

Solitamente l’estate è un periodo di magra per le uscite discografiche. Ma è proprio quando meno te l’aspetti che dal nulla arrivano dei piccoli gioielli a risvegliare dal torpore estivo. I Monkey 3 sono una band svizzera che qualche anno fa aveva fatto una sporadica apparizione nel panorama stoner con un mini di quattro pezzi. Il debutto definitivo giunge solo ora e ravviva un periodo altrimenti statico: i nove brani che compongono questo cd vi faranno davvero uscire fuori di testa!
Oltre un’ora di psycho stoner rock come raramente se ne sente, interamente strumentale, visionario e lisergico, carico di poteri psicotropi altamente suggestivi. Chitarre che graffiano e accarezzano, basso sempre pulsante, drumming ora sfrenato ora pacato e dei giochi di tastiere e sampler che rendono il tutto ancora più allucinato. Gorghi di fuzz e wah-wah che accompagnano in una dimensione liquida, sospesa, dove la calma viene spezzata solo quando necessario e prende forma di un vortice caleidoscopico e multicolore. Heavy psycho rock astratto e dilatato, che pesca tra le varie esperienze di questo genere, del passato (Pink Floyd, Jimi Hendrix) come del presente (Kyuss, Ozric Tentacles, Ufomammut, 35007, questi ultimi letteralmente omaggiati in “35007” appunto…). Un unico ininterrotto flusso di cibo per la mente, luogo di meditazione e di trascendenza che trascina dall’oasi sonica di “Last gamuzao” alla tempesta cerebrale di “Darkman’s nose”, passando per l’eterea meditazione di “Electric mistress” e la trascinante dimensione onirica di “Narcotic jam”.

E’ inutile descrivere i brani uno ad uno, si tratta di un ascolto da vivere tutto d’un fiato, magari a luci spente e sotto effetto di qualche sostanza stordente…giusto per rimarcare lo spirito che anima Boris (chitarra), Walter (batteria), Picasso (basso) e Mister Malpropre (keys) vi basti sapere che la track che chiude il lavoro (prima di una ghost song altrettanto mesmerica…) è una cover di “Lividity”, ossessione rumorosa e folle dei Melvins di “Stoner witch”.

Monkey 3, welcome to the ultimate psychostoner experience…

Alessandro Zoppo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *