NIGHT GAUNT – Night Gaunt

I Night Gaunt sono un quartetto romano nato nel 2013 col nome Hypnos. La band adotta il nome attuale ispirandosi agli incubi giovanili di H.P. Lovecraft, narrati poi in alcuni dei suoi scritti. GC (voce e chitarra), Zenn (chitarra), Arras (basso) e Kelèvra (batteria) giungono all’esordio nel 2015 con questo album edito dalla sempre attenta label genovese BloodRock Records, fiera etichetta che si prodiga all’interno dell’underground doom, heavy psych, prog, space e dark. La proposta dei quattro è proprio un doom metal tradizionale basato sulla vecchia scuola del genere: ritmi lenti e cadenzati riff heavy, atmosfere cupe ed ossessive (salvo rare accelerazioni). Insomma, gli ingredienti tipici della cosiddetta musica del destino.
Nessuna concessione a sperimentazioni e poco spazio alla ricerca sonora. Suoni dilatati ed opprimenti da manuale del doom quindi, con le liriche che trattano temi quali la paranoia e la psicosi. Il disco ha i suoi punti di forza nell’omogeneità opprimente e rituale. I ragazzi giocano con la materia non cadendo nell’ovvio: seppure figli della stessa catarsi, i brani – non facilmente assimilabili – non mostrano mai ripetività. Le influenze vanno ricercate nei classici Saint Vitus, Paul Chain, Cathedral e Celtic Frost. Le vocals di GC si rifanno proprio a Tom Warrior in diversi momenti, mentre in altri ricordano a tratti anche Michael Puleo degli Orodruin e Carlo Castellani dei Focus Indulgens.
Un lavoro onesto e profondo, fatto da ragazzi che amano il genere ed esso omaggiano, lodevole per l’impegno e l’esecuzione. Andrebbe rivista soltanto la scrittura, non particolarmente originale; ma la scelta l’abbiamo precedentemente ed ampiamente spiegata. Doom & gloom forever è il messaggio dei capitolini, uniti dal patto “inchiniamoci all’altare del riff”. Per amanti ed oltranzisti del genere.

Antonio Fazio