TREPHINE MD – Trephine

Di solito non mi piace stroncare i lavori di nessuna band, ma devo ammettere che i pur bravissimi Trephine, a parte qualche singolo episodio, mi hanno abbastanza annoiato durante tutta la lunghezza del loro omonimo lavoro. Già di per sé il metal violento e ipertecnico proposto, condito da innumerevoli cambi di tempo e variazioni di riff, risulta essere di base un po’ freddino, se poi ci aggiungete che tutte le tracce sono strumentali forse converrete con me che non siamo di fronte a un lavoro molto coinvolgente. In alcune parti mi hanno ricordato alcune band come i The Mass, da me recensiti poco tempo fa, ma qui manca l’elemento sorpresa in grado di dare un po’ di personalità al tutto.Sicuramente questo lavoro farà la felicità di chi è alla ricerca di continui cambi di tempo, suoni taglienti e riff “chirurgici” (credo sia il termine più corretto, sia per la precisione con cui vengono eseguiti sia per l’apprezzamento della band per la chirurgia in sé, visto che l’artwork è completamente dedicato alla materia in questione) in continua evoluzione.
Nonostante l’ abilità dei musicisti e la buona produzione, per me il gioco vale per un pezzo o due, poi il tutto comincia ad essere un po’ ripetitivo e, come ho già sottolineato, freddino; belle le parti più sperimentali con suoni abbastanza strani ma nel complesso difficili da digerire: a voi la scelta.

The Bokal

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *