NASONI RECORDS

La Nasoni Records è una label tedesca (anche se concettualmente ha avuto origine negli Usa, in quel di Dallas) che ormai da anni (dal 1996 per la precisione) porta avanti con passione e coerenza un discorso che a molti potrà sembrare anacronistico e suicida dal punto di vista commerciale: partire dal collezionismo di dischi per andare oltre la vendita di semplici cd e dunque finire a produrre e distribuire attraverso mail order nuovi e vecchi vinili.
Un collezionismo che dura da circa 30 anni e che oggi punta a scoprire artisti emergenti (in prevalenza tedeschi, ma provenienti anche dal resto dell’Europa e dagli States) che si dedicano ad uno specifico genere sonoro: il rock psichedelico. Dando uno sguardo al catalogo di questa label (il cui nome è stato mutuato da una tribù indiana proveniente dalla zona del Texas) si scorgono nomi e proposte assolutamente interessanti: Liquid Visions, Texas Fog Society, Johnson Noise, Fish Eye Lense, Other Side e molti altri. Tutte band animate dalla stessa voglia di riportare in auge il suono liquido, floreale e lisergico che tanto spopolò tra gli anni ’60 e i ’70.

COLOUR HAZE – Los sounds de krautsTuttavia sono state proprie le ultime uscite dell’etichetta tedesca a portare il suo nome alla ribalta facendolo circolare negli ambienti underground più interessati a questo tipo di sonorità: innanzitutto le versioni in vinile di due capolavori di questo 2003, “Los sounds de Krauts” degli strepitosi stoned freaks Colour Haze e “Mana” dei promettenti danesi Gas Giant. Poi le ultime fatiche di artisti poliedrici e particolari come Sula Bassana, Vibravoid e Rawjaw.

Lo split tra Sula Bassana e Vibravoid (“Retronique”/”Phasenvoid”) è il primo capitolo di una serie di uscite dedicate ai nuovi portabandiera del rock psichedelico. Sula Bassana non è nient’altro che il progetto di Dave Schimdt, drummer in fissa per suoni eterei ed altamente psicotropi, il quale ha raccolto in una sorta di retrospettiva vecchie tracce (“The end of the world”, “Nineteenninetynine”) e nuove composizioni (“Blow that trip”, “Low future”). Nelle sue escursioni possiamo immergerci in un oceano di note dilatate e vibrazioni snaturanti, rifrazioni progressive e incursioni space rock, visioni colorate ed impegno civile, il tutto eseguito e prodotto in assoluta libertà.

Vibravoid è invece il personal project di Christian “The Doctor”, manipolatore di tastiere e aggeggi elettronici di ogni tipo, sperimentatore di umori e rumori a tutto tondo. Il suo lato comprende un estratto da “Journey to the sun”, parte di una traccia lunga oltre 30 minuti, alcuni brani risalenti al 1994 (“Minddecision”, “Bellflight”, “Meditation endstation”) e altri più recenti artefatti di raffinata ed estasiante psichedelia elettronica (“Void vibrato”, “Phasenvoid”). Il tutto condito da una strumentazione vintage che recupera dal Fender Telecaster al Roland TR 808, passando per percussioni, flauto e sitar…

Ultima uscita in ordine di tempo è “Retrospective” dei Rawjaw, interessante band di Monaco che propone uno stoner rock dal taglio kyussiano molto intenso e passionale, cosmico e melodico. La particolarità del gruppo è rappresentata dalla calda voce della graziosa Anne Wichmann, singer che con i suoi toni delicati fa da contrappunto alle chitarre ruvide di Volker Wichmann e alle ritmiche possenti di Marco Naumann (basso) e Peter Schlossnikel (batteria). “Jungle of green” e “At least” sono le song più vecchie del lotto, datate rispettivamente 1996 e 1997, mentre le restanti cinque tracce (tra cui è d’obbligo segnalare le splendide “Afraid of psi” e “Goddess jam”) sono state composte tra il 1998 e il 2000.

Dunque queste stimolanti releases possono rappresentare senza dubbio un punto di partenza per venire a conoscenza di una realtà sommersa ma di indiscusso valore come la Nasoni Records. Aspettiamo impazienti le prossime mosse di questi fieri ed integerrimi alfieri della materia psichedelica…

Alessandro Zoppo

Official site: www.nasoni-records.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *